Prolaris®

prolaris

Prolaris: un prodotto di medicina prognostica per il carcinoma prostatico

Prolaris è un test genomico sviluppato per aiutare i medici, unitamente ad altri parametri clinici come il punteggio di Gleason e il PSA, a predire l’aggressività del carcinoma prostatico. Si tratta di una misura molecolare diretta della biologia tumorale del carcinoma prostatico. Misurando il livello di espressione dei geni implicati nella replicazione tumorale, Prolaris è in grado di fornire una previsione più precisa dell’aggressività della malattia.

Prolaris è uno strumento di stratificazione del rischio concepito per misurare l’aggressività del cancro di un paziente al fine di meglio predire il rischio relativo individuale di progressione della malattia in dieci anni. Può aiutare i medici a meglio definire una strategia terapeutica/di monitoraggio per i loro pazienti.

Prolaris fornisce informazioni prognostiche significativamente più precise rispetto alle variabili clinico-patologiche tradizionali, offrendo inoltre informazioni aggiuntive uniche combinabili con altri fattori clinici per formulare la prognosi più accurata dell’aggressività del cancro di un paziente e pertanto della progressione della malattia.

Studi condotti in 4 coorti cliniche differenti, nel contesto sia pre- che post-trattamento, hanno dimostrato che Prolaris è in grado di predire la progressione clinica.

Prolaris è uno strumento utile nel trattamento del carcinoma prostatico

Nel trattamento del carcinoma prostatico, Prolaris fornisce indicazioni prognostiche al momento della diagnosi e nel contesto post-prostatectomia.

Alla diagnosi, Prolaris è in grado di individuare i pazienti con cancro meno aggressivo per i quali può essere indicata la sorveglianza attiva. Inoltre, può individuare i pazienti apparentemente a basso rischio da un punto di vista clinico, ma con malattia maggiormente aggressiva per la quale è necessario un trattamento più robusto.

Il test Prolaris è altresì indicato per l’uso nei pazienti sottoposti a intervento di prostatectomia che presentano caratteristiche di rischio elevato al fine di meglio stimare il loro rischio di recidiva biochimica (BCR) e quindi adattare il livello di monitoraggio o prevedere una terapia aggiuntiva.

Per maggiori informazioni sul test Prolaris cliccare qui