Maggiori informazioni sui test genetici

Grazie alla ricerca sappiamo che fino al 10% dei casi di cancro è dovuto a fattori trasmessi da una generazione all’altra. Si parla in questi casi di cancro ereditario e determinati test genetici sono in grado di stabilire il rischio individuale di sviluppare queste sindromi. Qualora si abbia motivo di crederedi essere a rischio di cancro perché ad esempio si ha una storia familiare di cancro, si appartiene a un’etnia a rischio o si presenta un altro fattore di rischio, consigliamo vivamente di valutare l’opportunità di sottoporsi ai test genetici.

Sottoporsi a test comporta infatti diversi vantaggi, a prescindere dal risultato finale. Se un familiare ha avuto il cancro, anche qualora siano trascorsi molti anni, non si può escludere la possibilità di avere ereditato una mutazione genetica che non solo aumenta il rischio presente o futuro di sviluppare la malattia ma potrebbe anche essere trasmessa alla generazione successiva. Il fatto di essere portatori di una mutazione genetica ereditaria associata allo sviluppo di cancro potrebbe essere un campanello d’allarme indicativo della probabilità di sviluppare la malattia in un’età più precoce rispetto alla popolazione generale. Quanto prima si effettua il test, tanto più facile sarà gestire il rischio nel modo opportuno.

E non va dimenticato che il proprio medico è la fonte più preziosa di informazioni e consigli sullo screening per il cancro ereditario.

Un primo passo per comprendere se il test genetico sia indicato nel proprio caso può essere rispondere al Questionario sul cancro ereditario di Myriad.